Collassi carpali

Cos’è?

Si definisce collasso carpale la conseguenza del mal allineamento delle ossa del carpo (instabilità del carpo), in esiti del deterioramento delle struttura osteo-articolari. Cause post-traumatiche – esiti fratturativi di scafoide (SNAC) – esiti di lesioni legamentose (SLAC) – esiti fratturativi delle ossa del carpo (scafoide escluso) – Artropatie conseguenti ad affezioni reumatiche (artrite reumatoide), artrosi.

$

CAUSE

Possono essere post-traumatiche – esiti fratturativi di scafoide (SNAC) – esiti di lesioni legamentose (SLAC) – esiti fratturativi delle ossa del carpo (scafoide escluso) – Artropatie conseguenti ad affezioni reumatiche (artrite reumatoide), artrosi
Classicamente si possono distinguere 3 quadri:
1) SLAC WRIST (Scapholunate Advanced Collapse) o collasso carpale a seguito di lesione legamento scafo-lunato
2) SNAC WRIST (Scaphoid Nonunion Advanced Collapse) o collasso carpale a seguito di fratture di scafoide non consolidate.
3) Grave artrosi post traumatica, artropatia generalizzata, malattia di Kienbock o necrosi del semilunare.

$

SINTOMI

Tumefazione con deformazione articolare del polso, dolore e dolorabilità pressoria ed alla mobilizzazione con progressiva riduzione della funzionalità articolare fino alla rigidità.

Diagnosi:

La diagnosi è inizialmente clinica e deve essere seguita da un esame radiologico standard, completato con esame TAC ed eventualmente con RMN.

Terapia:

La terapia è essenzialmente chirurgica e generalmente a seconda del quadro si possono eseguire quattro tipi di intervento:

  1. Carpectomia prossimale o asportazione delle ossa della prima fliera del carpo creando in tal modo una nuova articolazione tra la filiera distale ed il radio.
  2. Artrodesi parziali le cui più frequenti sono l artrodesi dei quattro angoli che consiste nell asportazione dello scafoide e nella fusione articolare di quattro ossa del carpo e l’artrodesi radio-scafo-lunata consistente nel blocco dell’ articolazione di queste ossa.
  3. Artroprotesi
  4. Artrodesi totali consistenti nel blocco articolare del polso

Tutti questi interventi sono finalizzati a risolvere la sintomatologia dolorosa del paziente e nei primi tre casi a lasciare una residua articolarità anche se limitata.
Dopo il trattamento chirurgico è necessario l’uso di un tutore d immobilizzazione da mantenere per 30 giorni e quindi un intensa fisiokinesiterapia per il recupero articolare.

Diagnosi:

La diagnosi è inizialmente clinica e deve essere seguita da un esame radiologico standard, completato con esame TAC ed eventualmente con RMN.

Terapia:

La terapia è essenzialmente chirurgica e generalmente a seconda del quadro si possono eseguire quattro tipi di intervento:

  1. Carpectomia prossimale o asportazione delle ossa della prima fliera del carpo creando in tal modo una nuova articolazione tra la filiera distale ed il radio.
  2. Artrodesi parziali le cui più frequenti sono l artrodesi dei quattro angoli che consiste nell asportazione dello scafoide e nella fusione articolare di quattro ossa del carpo e l’artrodesi radio-scafo-lunata consistente nel blocco dell’ articolazione di queste ossa.
  3. Artroprotesi
  4. Artrodesi totali consistenti nel blocco articolare del polso

Tutti questi interventi sono finalizzati a risolvere la sintomatologia dolorosa del paziente e nei primi tre casi a lasciare una residua articolarità anche se limitata.
Dopo il trattamento chirurgico è necessario l’uso di un tutore d immobilizzazione da mantenere per 30 giorni e quindi un intensa fisiokinesiterapia per il recupero articolare.

Diagnosi sindrome tunnel carpale
Test di Tinel
Test di Phalen
Test di Phalen inverso
Anomalie di emergenza del ramo motore del nervo mediano
Esempio intraoperatorio di anomalia di emergenza
Anomalia di emergenza
Tutore per la sindrome del tunnel carpale